Ehi giornalista! Non ti pagano perchè sei scarso o sei scarso perchè non ti pagano?

Ma cosa c'entrano Ibra e Fedez?

DISCLAIMER: EHI, QUESTO È UN PEZZO TAPPABUCHI! COS’È UN PEZZO TAPPABUCHI? UN PEZZO CHE HO SCRITTO MA NON HO MAI PUBBLICATO PERCHÈ NEL MENTRE NE HO SEMPRE SCRITTO UNO CHE MI CONVINCEVA DI PIÙ.

L’altro giorno in inbox mi è arrivata un’offerta di lavoro da uno dei tanti portali dove ancora regna una qualche mia iscrizione dimenticata. La proposta era andare a fare il ghost writer del mitico Salvatore Aranzulla.

Ora, io non sarò un giornalistone di stirpe, però forse potrei ambire a qualcosina di più… però di ‘sti tempi mi dirai… va beh, la descrizione della posizione e del lavoro è ben fatta e soprattutto, cosa rara, c’è indicata subito la paga.

30€ a pezzo.

Cosa stai pensando? È tanto? È poco? Boh, non so rispondere. Cioè, è ovvio che è poco. Però penso sia molto di più di tante altre realtà anche più blasonato. Per dire, l’HuffingtonPost paga zero.

Giudizio finale al volo: Aranzulla, onesto.

Ma non è per disquisire del solito discorso di quanto poco vengano pagati i lavori creativi che ho scritto questo pezzo. Ma perché negli stessi giorni mi è capitato di aprire il sito del Corriere della Sera, considerato da me, forse erroneamente, ancora un caposaldo dell’informazione, e, nel giro di due slide sul Festival di Sanremo, ho trovato questo (rosso in evidenza):

Dove mi tocca leggere che Ibrahimovic indossa il 21 come numero di maglia nel Milan. Quando si sa benissimo che indossa l’11. E lo si sa non solo perché è così, ma anche perché la scelta del numero 11 al posto del 21 (nei pochi mesi in cui è tornato l’anno scorso) o, a maggior ragione, del mitologico 9 è stata una storia nella storia. Scrivi di calcio, seguirai il calcio mi dico no?

E poi trovo questo:

Dove al mio vecchio cuore malandato tocca leggere che il legame tra pop e rap in Italia l’ha portato Fedez con la Michelin dieci anni fa. Con buona pace, tra gli altri, degli Articolo 31 degli anni Novanta o dei Gemelli DiVersi di inizio secolo. Roba che lo stesso Fedez, se glielo chiedessero, lo testimonierebbe tranquillamente. Voglio dire, scrivi di musica, ascolterai la musica mi chiedo no?

Ora, questi due “articoli” non sono manco articoli. Lo capisco. Probabilmente uno stagista in redazione deve sputare fuori tonnellate di queste non-notizie ogni ora. Roba che nessuno mai leggerà e tantomeno contesterà.

Però la brutta immagine resta, Corriere.

E allora mi chiedo: ma tutta questa sciatteria, approssimazione, pochezza di cultura, pochezza di fonte, pochezza di interesse che genera questo giornalismo da tik tok è figlia del fatto che non ti pagano o del fatto che sei scarso?


Partecipa alla discussione tutti i giovedì alle 18 su Clubhouse nel nostro appuntamento “Jobber Club” all’interno di Club Italia. 

Con me, Luca Gregorio di Eurosport, Alessandro Sandionigi di Generation Warriors, Marco Iannace de “Il Commercialista facile” e Diego Carluccio di TPI.


Se non vuoi perderti le prossime uscite di Jobbermag direttamente nella tua Inbox:


Invia questa Jobberata al tuo collega che voleva fare il giornalista.

Share


Copertina Jobbermag #10 | Vol.2 | Marzo 2021